Giacomo Mones

Giacomo Mones

Professional Counselor,
Iscritto al Registro di AssoCounseling n° A2271-2018
Counselor ad indirizzo Somatorelazione e Insegnante di Pratica Bioenergetica

Mail: G.Mones@counselormilano.it

Tel: (+39) 333.70.88.494 

Paolo Gilardi

Paolo Gilardi

Supervisor e Trainer Counselor 
Iscritto al Registro di AssoCounseling n° A0162-2010
Analista dialogico-dialettico iscritto al Registro del Coopi

Mail: paologilardi@ymail.com

Tel: (+39) 333.58.22.878

Formazione

Ho conseguito il diploma triennale in Counseling Somatorelazionale presso l’Istituto di Psicologia Somatorelazionale (I.P.So.) di Milano, diretto da Luciano Marchino e Franca Paglino. La principale caratteristica del counseling che propongo è quella di arricchire l’approccio centrato sulla persona di Carl Rogers con le conoscenze della Bioenergetica di Alexander Lowen, permettendomi di comprendere tanto il linguaggio corporeo ed emozionale del cliente quanto quello verbale e di potermi così relazionare con lui in modo più completo ed efficace.
Sempre presso I.P.So. ho conseguito il diploma di Insegnante di pratica Bioenergetica. Le classi di pratica Bioenergetica sono una sequenza di esercizi corporei, eseguiti in gruppo con l’ausilio di un insegnante, che si articolano in una fase iniziale di ascolto delle tensioni presenti nel corpo e di potenziamento del livello energetico, cui segue una fase di scarica dello stress quotidiano accumulato e di rilassamento muscolare.

Esperienze lavorative

Nutro da sempre un sincero interesse per la crescita delle persone e lo faccio cercando di coltivare empatia, accettazione incondizionata e congruenza in tutti quei contesti, professionali e non, in cui opero.
Nella vita professionale ho maturato una significativa esperienza nel campo del benessere organizzativo, sia in qualità di facilitatore che di formatore aziendale, aiutando le persone ad affrontare e a superare momenti di difficoltà, stati di crisi e relazioni conflittuali, ad entrare in contatto con le proprie risorse e ad accompagnarle nel loro processo di cambiamento consapevole e in linea con le proprie aspirazioni lavorative.
In ambito sociale porto le mie competenze di Counselor Somatorelazionale occupandomi di tematiche legate al coming out che sono centrali nella affermazione delle libertà delle persone LGBT+, con particolare riferimento al processo di accettazione del proprio orientamento sessuale e della identità di genere.
Svolgo incontri di Counseling individuale, Counseling di gruppo e laboratori esperienziali all’interno dei quali conduco classi di esercizi bioenergetici antistress.
All’interno del corso di formazione triennale in Counseling, presso la Scuola di Counseling Integrato con Tecniche Corpo-Mente-Energia (CoMeTE) dell’Associazione Ref di Milano, svolgo dal 2018 le supervisioni didattiche agli allievi in formazione e nel 2019 sono stato invitato a svolgere attività di docenza in Counseling rogersiano specifico per tematiche LGBT+.

Caratteristiche del mio approccio

Durante gli incontri di counseling integro l’approccio verbale rogersiano con esperienze corporee tipiche della bioenergetica.
La mia attitudine all’autoascolto, al flusso del respiro e alle sensazioni corporee mi aiuta ad essere più presente a me stesso e, allo stesso tempo, a portare maggiore consapevolezza dei miei pregiudizi e di poterne in tal modo prendere le distanze.
Nel lavoro che propongo, attraverso i momenti di ascolto corporeo e i rimandi empatici, la persona entra in contatto con i propri vissuti emotivi che si celano dietro le tensioni del corpo e si sperimenta come essere umano più autentico, più aperto agli altri. Si tratta di un progressivo radicamento nel “qui e ora”: la persona si legittima ad essere semplicemente se stessa, a vivere le difficoltà di tutti i giorni con rinnovata fiducia e una maggiore presenza.
La conoscenza della struttura e delle dinamiche dell’armatura caratteriale, che mi deriva dalla formazione bioenergetica, rappresenta inoltre un’utile mappa di riferimento con la quale orientarmi nella comprensione delle tematiche caratteriali della persona e delle risorse a cui può accedere, ben consapevole che la “mappa” non è certo il “territorio” e che ogni persona è l’unica portatrice della propria irripetibile realtà.

Counseling Somatorelazionale rivolto alle persone LGBT+

Al giorno d’oggi rimane sempre presente nella comunità LGBT un senso di solitudine, spesso alimentato da episodi discriminatori e contesti sociali ostili, che deriva dal celare al mondo il proprio orientamento sessuale o la propria identità di genere. Tutto questo si prefigura come un’ulteriore fonte di stress che condiziona le scelte della vita quotidiana.
Durante la mia esperienza di tirocinio ho avuto la possibilità di entrare in contatto con numerosi gruppi dell’associazionismo LGBT (es. Accoglienza, Telefono Amico, Scuola, Salute) e di svolgere attività di counseling coniugando empatia, accettazione incondizionata e congruenza con momenti di autoascolto e grounding. In tal modo ho aiutato le persone ad entrare in contatto con il sentire del corpo e le ho accompagnate nell’affrontare le tematiche della vita di tutti i giorni che, per le persone LGBT, hanno sempre come sfondo comune il proprio processo di “coming out”.

Formazione

La mia prima formazione è di stampo musicale: una laurea in Pianoforte ed una in Composizione presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano mi hanno portato per parecchi anni ad intraprendere un’attività concertistica e didattica per diverse istituzioni; queste due esperienze mi hanno permesso di comprendere a fondo la relazione tra rilassamento muscolare e fluidità di comunicazione nell’espressione di sé e delle proprie emozioni.
Successivamente mi sono accostato alla Bioenergetica e al mondo della psicoterapia corporea, conseguendo dapprima il diploma in Psicologia Somatica e poi in Counseling Somatorelazionale presso l’Istituto di Psicologia Somatorelazionale (I.P.So.) di Milano.

Nella convinzione che l’attività di counseling richieda un continuo processo di crescita e di cura di sé, in questi anni ho seguito diversi Seminari, Corsi di aggiornamento, esperienze di Supervisione e Analisi; i più significativi per l’integrazione della mia formazione sono stati il seminario di Terapia organismica condotto da Berta e Malcolm Brown, il percorso di Mindfulness Based Stress Reduction con Micaela Lina, il corso biennale di Analisi dialogico-processuale presso la Scuola “Cura di Sé” di Bergamo con Luca Panseri e Tullio Carere-Comes

Esperienze lavorative

Dopo la mia formazione ho iniziato a lavorare con sedute di Counseling individuale, di coppia e di gruppo, integrando l’approccio verbale rogersiano e analitico con esperienze corporee di bioenergetica, focusing, mindfulness e ascolti musicali. Ecco qui di seguito alcune delle esperienze più significative:

Dal 2004 a tutt’oggi sono responsabile dell’area Counseling e Docente di Bioenergetica e di Counseling presso la Scuola di Counseling Integrato con Tecniche Corpo-Mente-Energia (CoMeTE) dell’Associazione Ref di Milano.

L’Università degli Studi di Milano, facoltà di Medicina e Chirurgia, mi ha conferito nel 2003 e nel 2005 un incarico di docenza di Musica e Bioenergetica nell’ambito del Corso di perfezionamento in Promozione della salute e “self help” per insegnanti e operatori di sostegno allo studente disabile; dal 2009 al 2014 mi è stato affidato un incarico di docenza in Counseling rogersiano nell’ambito del Master universitario di 1° e 2° livello in “Cure palliative al termine della vita”.

Dal 2012 sono docente presso l’Istituto di Psicologia Somatorelazionale (I.P.So.) di Milano.

Dal 2015 sono docente presso la Scuola “Cura di Sé” di Bergamo

In ambito sanitario ho tenuto nel 2007 un seminario di Bioenergetica per l’Ospedale San Carlo di Milano, nel 2010 un corso di Counseling e Bioenergetica dal titolo “Essere in contatto con se stessi e con l’altro” per volontari hospice e OSS di Vidas, nel 2012 un seminario di Counseling rogersiano presso la Fondazione Floriani.

Dal 2005 al 2012 ho collaborato con la Scuola di Artiterapie di Lecco, attraverso seminari di Musica, Bioenergetica e Counseling.

Nel 2015 sono stato invitato a tenere una giornata di docenza presso il Centro Psicologia di Gorgonzola.

Nel 2015 e nel 2018 ho insegnato al Corso per la formazione di Supervisor Counselor a orientamento integrato riconosciuto da AssoCounseling.

Caratteristiche del mio approccio
La crescita continua, l’espansione del Sé e la piena realizzazione del proprio potenziale

Per anni uno dei miei sogni ricorrenti si è riferito alla casa nella quale vivevo: sognavo che c’erano delle stanze nascoste, abbandonate, buie, che d’un tratto ricordavo di avere e che mi accingevo ad esplorare con un misto di curiosità, stupore e timore. Ogni volta mi ritrovavo con un senso di gratitudine per aver scoperto quel luogo dimenticato all’interno della mia casa. Pensavo a quante cose interessanti ed entusiasmanti avrei potuto fare da quel momento con quello spazio in più: un rinnovato agio e piacere di abitare la mia casa.

Penso che questa esperienza sia stata fondamentale per l’impulso a crescere e ad evolvermi: auguro a tutti di poter riscoprire spazi apparentemente nuovi eppure intimamente conosciuti del proprio sé, malgrado la polvere e il buio che li pervade. E un po’ alla volta di far pulizia e luce su di essi per poterli inserire nella pienezza della propria vita.

Più tardi, quando iniziai il mio percorso professionale per diventare counselor, scoprii che questo sogno aveva un corrispettivo in uno dei principi fondamentali dell’Approccio centrato sulla persona di Carl Rogers: la “tendenza attualizzante” cioè la forza insita in ogni essere vivente (comprese piante ed animali) che lo spinge a realizzarsi e a diventare sé stesso. Da allora è diventato uno dei cardini del mio lavoro di counseling, insieme a quello dell’accettazione della persona.

Accettazione, autenticità, autostima, autonomia

<<Un cambiamento interiore importante può verificarsi quando i pazienti formano una relazione genuina e fiduciosa con il terapeuta, quando possono rivelare qualsiasi cosa e sentirsi sempre accettati e sostenuti. Tali pazienti sperimentano nuove parti di sé, parti in precedenza negate o distorte. Cominciano a valutare se stessi e le proprie percezioni, piuttosto che sopravvalutare le percezioni degli altri. I pazienti trasformano lo sguardo positivo del terapeuta in autostima personale. Sviluppano inoltre un nuovo criterio interiore per la qualità di una relazione genuina. L’intimità col terapeuta serve da punto di riferimento interno. Sapendo di possedere la capacità di formare delle relazioni, i pazienti sviluppano la fiducia e la disponibilità a formare relazioni altrettanto positive in futuro.>>  

Questa citazione dal libro “Fissando il sole” di  Irvin Yalom, si può ben adattare anche alla relazione di counseling. La caratteristica principale del lavoro che propongo infatti è l’ascolto profondo e l’accoglienza dei sentimenti e delle sensazioni delle persone: sono convinto che solo attraverso il contatto col mondo delle emozioni, specialmente quelle legate alle parti più oscure e difficili del nostro essere, ci sia la possibilità di un reale cambiamento. Desidero che le persone, all’interno del mio studio di counseling, possano sentirsi libere di esprimere stati d’animo “scomodi” come tristezza, invidia, gelosia, rabbia, paura, angoscia e sentire che non solo possono essere viste ma anche essere accettate; e quindi imparare a loro volta ad accettarsi e ad integrare tutte le parti del proprio Sé, per una maggior consapevolezza di chi sono e delle proprie risorse. Questo inevitabilmente porta ad una maggior autonomia e autodeterminazione nel prendersi la responsabilità delle proprie scelte, una sicurezza e autostima più radicata e interiorizzata e un’autenticità più piena perché non condizionata da parti di sé che bisogna nascondere per vergogna.

Per approfondire leggere “Cos’è il counseling” e “Incontri individuali

Giacomo Mones

Giacomo Mones

Professional Counselor,
Iscritto al Registro di AssoCounseling n° A2271-2018
Counselor ad indirizzo Somatorelazione e Insegnante di Pratica Bioenergetica

Mail: G.Mones@counselormilano.it

Tel: (+39) 333.70.88.494 

Formazione

Ho conseguito il diploma triennale in Counseling Somatorelazionale presso l’Istituto di Psicologia Somatorelazionale (I.P.So.) di Milano, diretto da Luciano Marchino e Franca Paglino. La principale caratteristica del counseling che propongo è quella di arricchire l’approccio centrato sulla persona di Carl Rogers con le conoscenze della Bioenergetica di Alexander Lowen, permettendomi di comprendere tanto il linguaggio corporeo ed emozionale del cliente quanto quello verbale e di potermi così relazionare con lui in modo più completo ed efficace.
Sempre presso I.P.So. ho conseguito il diploma di Insegnante di pratica Bioenergetica. Le classi di pratica Bioenergetica sono una sequenza di esercizi corporei, eseguiti in gruppo con l’ausilio di un insegnante, che si articolano in una fase iniziale di ascolto delle tensioni presenti nel corpo e di potenziamento del livello energetico, cui segue una fase di scarica dello stress quotidiano accumulato e di rilassamento muscolare.

Esperienze lavorative

Nutro da sempre un sincero interesse per la crescita delle persone e lo faccio cercando di coltivare empatia, accettazione incondizionata e congruenza in tutti quei contesti, professionali e non, in cui opero.
Nella vita professionale ho maturato una significativa esperienza nel campo del benessere organizzativo, sia in qualità di facilitatore che di formatore aziendale, aiutando le persone ad affrontare e a superare momenti di difficoltà, stati di crisi e relazioni conflittuali, ad entrare in contatto con le proprie risorse e ad accompagnarle nel loro processo di cambiamento consapevole e in linea con le proprie aspirazioni lavorative.
In ambito sociale porto le mie competenze di Counselor Somatorelazionale occupandomi di tematiche legate al coming out che sono centrali nella affermazione delle libertà delle persone LGBT+, con particolare riferimento al processo di accettazione del proprio orientamento sessuale e della identità di genere.
Svolgo incontri di Counseling individuale, Counseling di gruppo e laboratori esperienziali all’interno dei quali conduco classi di esercizi bioenergetici antistress.
All’interno del corso di formazione triennale in Counseling, presso la Scuola di Counseling Integrato con Tecniche Corpo-Mente-Energia (CoMeTE) dell’Associazione Ref di Milano, svolgo dal 2018 le supervisioni didattiche agli allievi in formazione e nel 2019 sono stato invitato a svolgere attività di docenza in Counseling rogersiano specifico per tematiche LGBT+.

Caratteristiche del mio approccio

Durante gli incontri di counseling integro l’approccio verbale rogersiano con esperienze corporee tipiche della bioenergetica.
La mia attitudine all’autoascolto, al flusso del respiro e alle sensazioni corporee mi aiuta ad essere più presente a me stesso e, allo stesso tempo, a portare maggiore consapevolezza dei miei pregiudizi e di poterne in tal modo prendere le distanze.
Nel lavoro che propongo, attraverso i momenti di ascolto corporeo e i rimandi empatici, la persona entra in contatto con i propri vissuti emotivi che si celano dietro le tensioni del corpo e si sperimenta come essere umano più autentico, più aperto agli altri. Si tratta di un progressivo radicamento nel “qui e ora”: la persona si legittima ad essere semplicemente se stessa, a vivere le difficoltà di tutti i giorni con rinnovata fiducia e una maggiore presenza.
La conoscenza della struttura e delle dinamiche dell’armatura caratteriale, che mi deriva dalla formazione bioenergetica, rappresenta inoltre un’utile mappa di riferimento con la quale orientarmi nella comprensione delle tematiche caratteriali della persona e delle risorse a cui può accedere, ben consapevole che la “mappa” non è certo il “territorio” e che ogni persona è l’unica portatrice della propria irripetibile realtà.

Counseling Somatorelazionale rivolto alle persone LGBT+

Al giorno d’oggi rimane sempre presente nella comunità LGBT un senso di solitudine, spesso alimentato da episodi discriminatori e contesti sociali ostili, che deriva dal celare al mondo il proprio orientamento sessuale o la propria identità di genere. Tutto questo si prefigura come un’ulteriore fonte di stress che condiziona le scelte della vita quotidiana.
Durante la mia esperienza di tirocinio ho avuto la possibilità di entrare in contatto con numerosi gruppi dell’associazionismo LGBT (es. Accoglienza, Telefono Amico, Scuola, Salute) e di svolgere attività di counseling coniugando empatia, accettazione incondizionata e congruenza con momenti di autoascolto e grounding. In tal modo ho aiutato le persone ad entrare in contatto con il sentire del corpo e le ho accompagnate nell’affrontare le tematiche della vita di tutti i giorni che, per le persone LGBT, hanno sempre come sfondo comune il proprio processo di “coming out”.

Paolo Gilardi

Paolo Gilardi

Supervisor e Trainer Counselor 
Iscritto al Registro di AssoCounseling n° A0162-2010
Analista dialogico-dialettico iscritto al Registro del Coopi

Mail: paologilardi@ymail.com

Tel: (+39) 333.58.22.878

Formazione

La mia prima formazione è di stampo musicale: una laurea in Pianoforte ed una in Composizione presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano mi hanno portato per parecchi anni ad intraprendere un’attività concertistica e didattica per diverse istituzioni; queste due esperienze mi hanno permesso di comprendere a fondo la relazione tra rilassamento muscolare e fluidità di comunicazione nell’espressione di sé e delle proprie emozioni.
Successivamente mi sono accostato alla Bioenergetica e al mondo della psicoterapia corporea, conseguendo dapprima il diploma in Psicologia Somatica e poi in Counseling Somatorelazionale presso l’Istituto di Psicologia Somatorelazionale (I.P.So.) di Milano.

Nella convinzione che l’attività di counseling richieda un continuo processo di crescita e di cura di sé, in questi anni ho seguito diversi Seminari, Corsi di aggiornamento, esperienze di Supervisione e Analisi; i più significativi per l’integrazione della mia formazione sono stati il seminario di Terapia organismica condotto da Berta e Malcolm Brown, il percorso di Mindfulness Based Stress Reduction con Micaela Lina, il corso biennale di Analisi dialogico-processuale presso la Scuola “Cura di Sé” di Bergamo con Luca Panseri e Tullio Carere-Comes

Esperienze lavorative

Dopo la mia formazione ho iniziato a lavorare con sedute di Counseling individuale, di coppia e di gruppo, integrando l’approccio verbale rogersiano e analitico con esperienze corporee di bioenergetica, focusing, mindfulness e ascolti musicali. Ecco qui di seguito alcune delle esperienze più significative:

Dal 2004 a tutt’oggi sono responsabile dell’area Counseling e Docente di Bioenergetica e di Counseling presso la Scuola di Counseling Integrato con Tecniche Corpo-Mente-Energia (CoMeTE) dell’Associazione Ref di Milano.

L’Università degli Studi di Milano, facoltà di Medicina e Chirurgia, mi ha conferito nel 2003 e nel 2005 un incarico di docenza di Musica e Bioenergetica nell’ambito del Corso di perfezionamento in Promozione della salute e “self help” per insegnanti e operatori di sostegno allo studente disabile; dal 2009 al 2014 mi è stato affidato un incarico di docenza in Counseling rogersiano nell’ambito del Master universitario di 1° e 2° livello in “Cure palliative al termine della vita”.

Dal 2012 sono docente presso l’Istituto di Psicologia Somatorelazionale (I.P.So.) di Milano.

Dal 2015 sono docente presso la Scuola “Cura di Sé” di Bergamo

In ambito sanitario ho tenuto nel 2007 un seminario di Bioenergetica per l’Ospedale San Carlo di Milano, nel 2010 un corso di Counseling e Bioenergetica dal titolo “Essere in contatto con se stessi e con l’altro” per volontari hospice e OSS di Vidas, nel 2012 un seminario di Counseling rogersiano presso la Fondazione Floriani.

Dal 2005 al 2012 ho collaborato con la Scuola di Artiterapie di Lecco, attraverso seminari di Musica, Bioenergetica e Counseling.

Nel 2015 sono stato invitato a tenere una giornata di docenza presso il Centro Psicologia di Gorgonzola.

Nel 2015 e nel 2018 ho insegnato al Corso per la formazione di Supervisor Counselor a orientamento integrato riconosciuto da AssoCounseling.

Caratteristiche del mio approccio
La crescita continua, l’espansione del Sé e la piena realizzazione del proprio potenziale

Per anni uno dei miei sogni ricorrenti si è riferito alla casa nella quale vivevo: sognavo che c’erano delle stanze nascoste, abbandonate, buie, che d’un tratto ricordavo di avere e che mi accingevo ad esplorare con un misto di curiosità, stupore e timore. Ogni volta mi ritrovavo con un senso di gratitudine per aver scoperto quel luogo dimenticato all’interno della mia casa. Pensavo a quante cose interessanti ed entusiasmanti avrei potuto fare da quel momento con quello spazio in più: un rinnovato agio e piacere di abitare la mia casa.

Penso che questa esperienza sia stata fondamentale per l’impulso a crescere e ad evolvermi: auguro a tutti di poter riscoprire spazi apparentemente nuovi eppure intimamente conosciuti del proprio sé, malgrado la polvere e il buio che li pervade. E un po’ alla volta di far pulizia e luce su di essi per poterli inserire nella pienezza della propria vita.

Più tardi, quando iniziai il mio percorso professionale per diventare counselor, scoprii che questo sogno aveva un corrispettivo in uno dei principi fondamentali dell’Approccio centrato sulla persona di Carl Rogers: la “tendenza attualizzante” cioè la forza insita in ogni essere vivente (comprese piante ed animali) che lo spinge a realizzarsi e a diventare sé stesso. Da allora è diventato uno dei cardini del mio lavoro di counseling, insieme a quello dell’accettazione della persona.

Accettazione, autenticità, autostima, autonomia

<<Un cambiamento interiore importante può verificarsi quando i pazienti formano una relazione genuina e fiduciosa con il terapeuta, quando possono rivelare qualsiasi cosa e sentirsi sempre accettati e sostenuti. Tali pazienti sperimentano nuove parti di sé, parti in precedenza negate o distorte. Cominciano a valutare se stessi e le proprie percezioni, piuttosto che sopravvalutare le percezioni degli altri. I pazienti trasformano lo sguardo positivo del terapeuta in autostima personale. Sviluppano inoltre un nuovo criterio interiore per la qualità di una relazione genuina. L’intimità col terapeuta serve da punto di riferimento interno. Sapendo di possedere la capacità di formare delle relazioni, i pazienti sviluppano la fiducia e la disponibilità a formare relazioni altrettanto positive in futuro.>>  

Questa citazione dal libro “Fissando il sole” di  Irvin Yalom, si può ben adattare anche alla relazione di counseling. La caratteristica principale del lavoro che propongo infatti è l’ascolto profondo e l’accoglienza dei sentimenti e delle sensazioni delle persone: sono convinto che solo attraverso il contatto col mondo delle emozioni, specialmente quelle legate alle parti più oscure e difficili del nostro essere, ci sia la possibilità di un reale cambiamento. Desidero che le persone, all’interno del mio studio di counseling, possano sentirsi libere di esprimere stati d’animo “scomodi” come tristezza, invidia, gelosia, rabbia, paura, angoscia e sentire che non solo possono essere viste ma anche essere accettate; e quindi imparare a loro volta ad accettarsi e ad integrare tutte le parti del proprio Sé, per una maggior consapevolezza di chi sono e delle proprie risorse. Questo inevitabilmente porta ad una maggior autonomia e autodeterminazione nel prendersi la responsabilità delle proprie scelte, una sicurezza e autostima più radicata e interiorizzata e un’autenticità più piena perché non condizionata da parti di sé che bisogna nascondere per vergogna.

Per approfondire leggere “Cos’è il counseling” e “Incontri individuali

Per ulteriori informazioni o per prenotare un appuntamento

Paolo Gilardi

Mail: paologilardi@ymail.com

Tel: (+39) 333.58.22.878

Giacomo Mones

Mail: G.Mones@counselormilano.it

Tel: (+39) 333.70.88.494 

Vi invitiamo a contattarci dalle 9 alle 21. Se trovate il cellulare spento potete inviare un sms, specificando il motivo del contatto: sarà nostra cura richiamarvi appena possibile.

Riceviamo su appuntamento a Milano (zona Loreto) in orari e giorni da concordare.